6 cose che probabilmente non sapevi su Giethoorn



Tra i più fantastici e bei villaggi dei Paesi Bassi, Giethoorn si caratterizza perché le auto non sono autorizzate ad entrare. Inoltre, è noto per i suoi edifici risalente al periodo medioevale, per i suoi antichi ponti e per le magnifiche gite in barca. Pur tuttavia, ci sono altre belle cose da ammirare e che, probabilmente, non sapevi su Giethoorn. Il modo migliore per esplorare Giethoorn è in barca.

Il significato delle corna di capra

Un aspetto poco noto e che, sicuramente, dice molto sulla storia di questo luogo, è che il nome “Giethoorn”, in italiano significa “grande corno”. Difatti, si narra che quando, nel lontano 1230, il villaggio venne fondato, i primi coloni rinvennero delle corna di capra sepolte nel fango. Tuttavia, oggi, non si vedono più corna di capra, ma, bensì vi sono, ancora, nel villaggio, diversi edifici e antichi ponti di legno. Inoltre, è visitabile un museo, al cui interno, vi sono numerose testimonianze che narrano l’antica storia di Giethoorn.

Non per nulla, l’Olde Maat Uus Museum è in realtà una tipica casa colonica, risalente a diverse centinaia di anni fa. Il personale del museo è formato da attori, i quali, indossando dei tradizionali costumi in costume, illustreranno come a Giethoorn gli abitanti erano soliti tagliare la torba e costruire delle piccole barche.

Esplora Giethoorn tramite E-Chopper, Kickbike o Bici elettrica.

dai un'occhiata a giethoorn e vedrai cose che non sapevi

Le auto a Giethoorn non sono ammesse

Seppure a Giethoorn le auto non siano ammesse, è da ricordare l’esistenza nel villaggio sia di strade sia di aree attrezzate che possono essere, entrambe, utilizzate. Perciò, per vivere la fantastica esperienza Giethoorn a piedi, sarà possibile parcheggiare gratuitamente il proprio mezzo. Il più popolare sentire di Giethoorn, è la sua striscia pedonale principale, la quale è accessibile esclusivamente tramite sentiero o canale. Questo percorso, quindi, ci condurrà ai caffè, ai negozi e ai ristoranti lungo i canali. Quindi, di certo, non sarà affatto necessario utilizzare un’auto per arrivarci.

Folle di turisti

Seppure, in linea generale, il villaggio di Giethoorn non sia percorso da folle di turisti come, ad esempio, ad Amsterdam oppure a Rotterdam, è, tuttavia, una nota e apprezzata meta turistica. Difatti, questo incantevole villaggio, facilmente si riempie di gruppi di turisti e visitatori durante i giorni di maggior flusso turistico. Di conseguenza, è facile che, sebbene Giethoorn risulti essere decisamente silenziosa e tranquilla, sia possibile, in determinati momenti dell’anno, che la sua pace venga ad essere interrotta da turisti impazienti che si trovano in fila per provare l’emozione di salire a borde delle tipiche imbarcazioni locali.

È, poi, da sapere che Giethoorn, viene ad essere appellata, anche, come la “Venezia dei Paesi Bassi”. Difatti, come la celeberrima Serenissima, anche Giethoorn è attraversata e collegata da incantevoli canali i quali, alle volte, vedono come protagonisti al negativo, turisti che, poco avvezzi alla navigazione delle tradizionali piccole barche, finiscono con l’urtare i bordi dei suoi canali.

Ragione per cui, è suggerito programmare la visita a Giethoorn, nei giorni di minor affluenza. In caso contrario, potrebbe risultare complicato affittare una bicicletta o noleggiare una barca, specialmente durante i fine settimana. Recentemente, poi, Giethoorn è divenuta una meta turistica, anche, da parte dei turisti cinesi. Una presenza che è sempre più in aumento. Durante la settimana, il villaggio e i suoi abitanti, sono maggiormente tranquilli e, di conseguenza, si dedicano alle loro consuete attività quotidiane.

crowdy posto giethoorn lo sapevi che questo

A Giethoorn vivono realmente numerose famiglie

Pur essendo una apprezza destinazione turistica, è, anche, d ricordare che a Giethoorn vivono diverse persone. Infatti, sono circa 2.600 gli abitanti di questo villaggio, i quali amano la loro piccola comunità medievale e, proprio come tutti noi, anche loro apprezzano davvero il poter godere di alcune forme di privacy. Difatti, è da evidenziare come Giethoorn non sia un villaggio museo che simula la vita. È la vita reale, con case e giardini che sono di proprietà privata dei residenti. In effetti, i loro giardini da sogno, le loro pittoresche fattorie e le loro case con tetto di paglia, sono luoghi tanto magnifici che è davvero facile dimenticare che vi siano persone che, invece, vi vivano. Per cui, è bene ricordarsi che non è permesso entrare nelle loro fattorie, così come camminare sui loro giardini per raccogliere i fiori senza, ovviamente, un chiaro invito da parte dei proprietari.

Inverno e San Nicola

Visitare il villaggio di Giethoorn in un qualsiasi momento dell’anno è piacevole, in special modo tra aprile e ottobre, ma l’inverno a Giethoorn ha il suo stile unico e ricco di fascino. Infatti, tutto diviene ancora più stupendo quando la neve inizia a cadere. I tetti, le fattorie e i giardini vengono ad essere ricoperti da una bellissima coltre bianca di ghiaccio e gli alberi, con i loro fiocchi di neve, diventano scintillanti. È come entrare in un mondo ghiacciato, popolato da principesse, da unicorni, da fate, da maghi e da altri esseri magici. Per comprendere ancor di più questa magia, ci si potrebbe immaginare di pattinare su laghi, su fiumi e su canali ghiacciati, passando sotto imbiancati ponti di legno ad arco.

Poi, dopo essersi divertiti a pattinare su un lago ghiacciato, ci si potrà ritemprare gustando un ottimo cioccolato caldo con panna montata, oppure, se lo si preferisce, ci si potrà riscaldare sorseggiando un ritemprante vin brûlé in uno dei tanti caffè che si possono trovare a Giethoorn.

Parlando di inverno, come, poi, dimenticare Babbo Natale! Come nel resto dell’Olanda, anche Giethoorn ha il suo Babbo Natale. Chiamato Sinterklaas, in italiano San Nicola, il cinque di dicembre è solito portare dolci di marzapane e cioccolati ai bambini.

È sul famosissimo gioco Monopoli

Quasi sicuramente, non sapevi che puoi “visitare” Giethoorn e “acquistare” proprietà quando giochi con la nuova edizione internazionale di Monopoli. Un eccezionale risultato, che ha visto trionfare Giethoorn con successo su oltre 182 altri luoghi in tutto il mondo, i quali speravano di essere presenti in questo gioco da tavolo ultra popolare. I cinesi amano davvero Giethoorn, ed è stato determinato il fatto che ben oltre 200.000 fan cinesi abbiano votato online per includere Giethoorn nella nuova edizione internazionale di Monopoli.

monopoli giethoorn

A Giethoorn ci sono, dunque, piacevoli sorprese in ogni angolo, mentre passeggi o vai in bicicletta lungo i canali. E nel caso in cui non l’avessi sentito, non devi pagare nessun biglietto d’ingresso per entrare nel villaggio. Puoi, quasi ovunque, anche parcheggiare gratuitamente e se hai una barca, andando a concludere, è, anche, possibile navigare gratuitamente.

Indietro
Prenota una barca Giethoorn
Visualizza i nostri pacchetti Giethoorn